Nightshame – “Shame Ep”

Shame Ep

Shame Ep

A cura di Angela Mingoni

The Shame Ep è sconsigliato ai deboli di cuore. Entrare nel mood di questo lavoro risulta alquanto complesso; tralasciando lo sbiascico di parole in un inglese improvvisato, quello che si deve fare è concentrarsi sulla potenza dei riff di chitarra. Quella che per molti può essere vista come confusione è in realtà autentico proto-punk

Non importa se i testi non si capiscono, quello che conta davvero è il risultato. In tutti i nove pezzi la grinta non manca, anzi è sempre costante e presente. Il vero problema qui è la poca varietà; scegliere un genere da seguire è giusto, ma questo non vuol dire proporre facsimili, anzi significa evolvere e distinguersi. Un pezzo come Criminal, con il suo incipit di sirene della polizia, un po’ si discosta dal resto ma se poi si ascolta, ad esempio, Tigerdog, la differenza si nota poco; chitarre all’unisono, suoni “sporchi”, la batteria pestata con tutta la passione possibile. Tutto questo dà vita a basi potentissime, senza artifizi né ghirigori superflui. L’obbiettivo di proporre un sound old school è comunque centrato in pieno; le atmosfere ricordano da vicino gli anni ’70. Non a caso il gruppo nasce come cover band dei Ramones e ne segue le orme passo dopo passo. 

Da ragazzi così giovani ci si aspetta qualcosa di fresco e diverso e il rifarsi a periodi così distanti da loro è una sfida emozionante anche se non completamente vinta. Le basi per arrivare ad una buona maturità, comunque, ci sono tutte e la loro grande abilità come musicisti è indiscutibile. La verità è che il proto-punk non va ascoltato passivamente, va pogato. Sentirlo in un Ep non rende giustizia al genere ma lo limita pesantemente; di sicuro i Nightshame devono essere vissuti mentre danno anima e corpo su un palco, davanti ad un pubblico carico di energia positiva e voglia di saltare.

Chi non ama il punk non si avvicini al cd, resti fermo e non ceda alla tentazione di provare qualcosa di nuovo, perché questo non è un genere per tutti, ma solo per veri appassionati.

https://www.facebook.com/Nightshame

http://www.reverbnation.com/nightshame

https://twitter.com/NightShame

Annunci

1 commento

  1. Ehm, l’ho fatto sentire a un amico americano e capiva tutto alla perfezione…non mi pare molto improvvisato quindi.


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Segui assieme ad altri 6.621 follower