Gli alfieri del New Beat italiano: I Valium

La band new beat salernitana I Valium

A cura di Marianna Alvarenz

I Valium, direttamente dalla provincia di Salerno, sono : Marco Sabino (voce e chitarra), Luigi Sabino (chitarra e voce), Mariano Lepore (basso), Davide Maresca (batteria).

C’è chi li definisce dei rockettari vintage strappati ai favolosi sixties, chi ancora gli ultimi restanti New Beat; vero è che la band guarda oltremanica, ispirandosi e subendo attivamente le influenze di Beatles, Rolling Stones, The Who e tutto il buon made in England. Il tessuto musicale dei loro brani, rigorosamente in italiano, si colora degli arnesi classici del rock: chitarra, basso e batteria, ma non aggiunge nulla dei loro predecessori anni ’60: né tastiere, né ottoni , né legni. Il loro ultimo album, Revolution, secondo disco in studio, composto da 12 tracce, è una folle sarabanda di ritmi, melodie e distorsioni, esaltato dalle qualità tecniche e dalla straordinaria carica della band.

Carica e grinta che si notano subito in “Razor”, per nulla romantico e caratterizzato dall’acutezza polemica, ben filtrata dalle distorsioni , con un intro che fa gola; ben dispiegato sulla batteria, e lisergico quanto basta nel bel mezzo. “15 Anni” , di cui il 16 Dicembre scorso è uscito il videoclip ufficiale su YouTube che ha raggiunto le oltre 30.000 visite in meno di 3 settimane, celebra l’epoca delle prime pippe mentali di un certo calibro, descritta da un rock mutante e un video, appunto, che accende le fantasie più bollenti, tra melodie orecchiabili e la giusta armonia vocale. Ritmi veloci e cadenzati li troviamo in “L’uomo che avvolge i sogni”, che ci riporta a spasso per gli anni ’60, grazie a quelle chitarre un po’ beatlesiane, articolato e semplice. Il ricalco di stilemi musicali ed estetici della “Swinging London” lo ritroviamo in “Cuore di Rubik”, la giusta sonorità e quella schitarrata elettrica che tanto ci piace, si dimena tra selvaggi arrangiamenti. “Giochi perfetti” celebra come non mai i Beatles, senza perdere di originalità artistica che imperversa in tutto l’album.

Revolution, orecchiabile nella sua irruenza, cosparso di febbrile eccitazione, permea le speranze future della band salernitana, che vanta già un sostanzioso gruppo di fans in tutta Italia, proprio quello che ci vuole per scuotere dalle fondamenta il compassato panorama del pop-rock italiano.

http://www.valium.it/

https://www.facebook.com/ivalium

https://soundcloud.com/ivalium/sets/i-valium-revolution

Annunci

1 commento

  1. I was suggested this website by my cousin. I’m
    not sure whether this post is written by him as nobody else know such detailed about my trouble.
    You are amazing! Thanks!


Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Segui assieme ad altri 6.621 follower