UKI: la nuova irriverente webzine italiana di ControCultura e ControInformazione.

Il logo di ukizero.com

Alla scoperta dei UKI, la nuova rivista on-line italiana dedicata alle numerose forme di intrattenimento: arte, musica, cinema, letteratura, teatro, poesia e molto altro..Argomenti trattati con un taglio “irriverente” e grafica in costante “evoluzione”, al passo con i tempi….

Uki è un portale di controcultura, sottoforma di webzine multi-autore, nato con l’intento di offrire soluzioni attinenti l’entertainment telematico in tutte le sue forme.

La filosofia editoriale è orientata da una visione biocentrica del “Naturalismo” distinta da un’attività di blogging graffiante ed irriverente sull’attualità.

La cornice estetica è ispirata dal concetto “cibernetico” di evoluzione, nell’antitesi tra natura e artificialità, evocato attraverso nuovi linguaggi, stili e suoni della scena contemporanea. 

Uki tratta di espressioni di vita alternative, contaminazioni artistiche, evoluzioni di correnti e tendenze attraverso quattro rubriche tematiche: 

1. “CULTURAMA”: Fatti ed eventi di attualità internazionale e cultura, costume e società, scienze e pseudoscienze, dottrine olistiche ed esoteriche, lifestyle, news dalla rete…;

2. “LE MUSE”: Arte e cultura dal mondo al locale: musica, cinema, arte, letteratura, teatro, contaminazioni artistiche, ecc… ;

3. “CONTROINFO”: Informazione alternativa, disinformazione…;

4. “PORNOCOOLTURE”: La cultura erotica vista come chiave di lettura del costume dei nostri tempi. 

Inoltre, abbiamo tre sezioni speciali:

 “PAR-H-OLE”: Racconti brevi; storie o brevi romanzi, poesie e scrittura creativa;

 “REPORT”: Live report su concerti, mostre d’arte, shooting fotografici, ecc…;

 “CONTEST”: Concorsi a tema sponsorizzati o promossi da Uki. 

Infine, abbiamo altre due rassegne speciali:

 Tutti i “Trailers” dei film in uscita nelle sale e recensioni esclusive con “Anteprime stampa” nazionali;

Gli “Eventi” e i “live” più trendy dall’Italia, soprattutto di Roma e provincia.

Grazie alla giusta combinazione di marketing, coolness e appeal, il portale ha ormai raggiunto consistenti risultati in qualità di “frequenza”, “copertura netta” e “penetrazione” oltre a un notevole numero, nell’ordine delle migliaia, di “visitatori” unici. 

INSIGHTS:

15.000 “visite” in media al mese;

45.000 visualizzazioni di pagina in media al mese;

75% di “nuovi” utenti compongono il flusso di visitatori;

30% è il traffico diretto – Il 45% proviene dai referral della rete dei nostri social network – Il 25% arriva al sito attraverso le indicizzazioni sui motori di ricerca;

Oltre 10.000 contatti/amici dalla rete dei social network più quella degli autori e dei bloggers;

 La maggior parte del traffico proviene dalla città di Roma, per poi distribuirsi su tutto il resto d’Italia. 

La maggior parte dei lettori (41%) vanno dai 25 ai 34 anni di età – La seconda fascia più numerosa (22%) è quella che va dai 18 ai 24 anni – Il resto si distribuisce in altre fasce soprattutto tra i 35 e i 44 anni – Abbiamo un +5% di utenze femminili rispetto a quelle maschili.

UKI è giornalismo, servizi e advertising allo stesso tempo.

L’Advertising di Uki è un’alternativa ai media tradizionali capace di centrare il target di riferimento

con un forte ritorno in termini di immagine e di brand awarness. 

Contatti:

http://www.ukizero.com/

https://www.facebook.com/UKIzero.com.webportal

https://twitter.com/UKIzero

Annunci

Il nuovo album live dei bolognesi PropheXy: “Improvviso”

Uscito il nuovo disco live dei PropheXy:

A cura di B.B (non sono Brigitte..)

A quattro anni da Alconauta (2009), i bolognesi Prophexytornano coraggiosamente con un nuovo disco intitolato “Improvviso”(2013, Musea Records). Registrato a Vicenza dal vivo, l’album, sebbene non sia ancora un nuovo lavoro in studio, contiene già i brani inediti che dovrebbero seguire le nuove interpretazioni di “Tritone”, “Babba” e “C’è Vite Sulla Luna?”, presenti su Alconauta. “Improvviso” vede anche due bonus tracks con l’apparizione di Richard Sinclair, icona del “Canterbury Sound”, il quale nel 2011 porta la band sui palchi prestigiosi del “Naima Club” di Forlì e del “We Love Vintage Festival”.

Certo ormai si sa, la musica dei Prophexy o si ama o si odia e anche questo è un prodotto per gli amanti del progressive rock più estremo e sperimentale. Sui nove brani non manca niente per far rivivere la grande tradizione di questo genere: complessità, perfezione d’esecuzione, elaborate improvvisazioni, duetti chitarra-organo, melodie psichedeliche e ipnotiche deviazioni del flauto.

La copertina di "Improvviso", nuovo album live dei bolognesi PropheXy

“Improvviso” si apre con una nuova versione di “Tritone” mentre le tre nuove tracce sono “La Rotonda Della Memoria”, “Stralci Di Quotidiano” e “Paradigmi Mentali”, dei quali ci hanno convinto di più gli otto minuti della rilassante “Stralci Di Quotidiano”, con un memorabile tema alla chitarra. Il disco finisce con la partecipazione di Richard Sinclair, su due pezzi storici dei “Caravan”: “Disassociation” e “Golf Girl”.

Tra il primo autoprodotto Enforce Evolve (2003) e Alconauta sono passati ben sei anni, ci auguriamo che per il prossimo LP non debba farci aspettare tanto a lungo, mentre ai ragazzi invece un buon lavoro in studio!

http://www.prophexy.com/

https://www.facebook.com/PropheXyBand

https://soundcloud.com/prophexy

http://www.youtube.com/prophexyband

“L.S.D”: trash metal in onda su Rockradio Skultura

                                                   Rockradio SculturaNuova puntata di L.S.D.: puntata dedicata questa volta a quattro bands storiche del trash metal internazionale ed italiano. In onda su Rockradio SkulturaL.s.d” è condotto dal dj Daniele, pugliese, voce pastosa, stile “pressing”/conduttore di programmi sportivi su sky”.

  • Machine Head
  • Metallica
  • Pantera
  • Extrema 

Potete scriverci, commentare, offenderci qui o su:
antipop.project@gmail.com o seguirci sul nostro twitter @radio_skultura

Per non perdervi il podcast di “L.S.D”  e la sua nuova puntata dedicata alle bands trash metal italiane ed internazionali andate su:

http://www.spreaker.com/user/rockradioskultura/l_s_d_trash_metal_in_onda

https://soundcloud.com/rossodalmata/rockradioskultura-l-s-d-trash

Italy Rock News: le 4 date italiane in anteprima dei Baustelle che porteranno in tour con l’orchestra sinfonica il sesto disco “Fantasma” in uscita il 29 Gennaio 2013 – rockit

 

Baustelle, ecco le date dei concerti con l'orchestra sinfonica

Baustelle, ecco le date dei concerti con l’orchestra sinfonica.

 

Roberto Diana – Miscela di espressioni e sonorità a sei corde

Roberto Diana: tecnico del suono, produttore, endorser e polistrumentista capace di suonare qualunque strumento dotato di corde (chitarra acustica & elettrica, lap-steel, dobro, weissenborn) si è creato una solida esperienza in studio collaborando con musicisti della scena internazionale del calibro di Steve Lukather, Tony Levin, Vinnie Colaiuta, Frank Gambale, Simon Phillips. Nel 2009, al NAMM SHOW di Los Angeles, viene presentata la chitarra “Twilight 001/09 Roberto Diana Signature” creata dalla liuteria MN Guitars su sue specifiche. Leggo alcuni titoli del CD “Raighes Vol. 1” (distribuito dalla I.R.D. ), “If You Are Happy, “ In My Mind, Prayer”, “Soul Hunter”, e cerco nelle pieghe del mio cervello la traduzione di Raighes, senza trovarla. Certo, il giovane chitarrista sardo ha inteso omaggiare la sua terra d’origine intitolando il suo concept-album strumentale, appunto,Raighes (Radici, in lingua sarda): un delicato mosaico rigorosamente acustico sempre sospeso nell’anima intimistica dell’ eterno vagabondo. In giro con i suoi sogni che lo spingono sempre più lontano, nella leggera inconsistenza dell’ignoto, sempre in cerca di nuove figure e personaggi nelle scene quotidiane di vita, dei ricordi, delle sensazioni passate, presenti e future, le sue dite virtuose sono una proiezione della mente musicale, una sorta di ottavo senso che si diffonde dalle stesse radici che lo hanno generato.Il lungo viaggio musicale si snoda in un percorso di nove tappe, i nove brani dai quali non ci si si allontana mai a sufficienza per “dimenticarli a memoria”: ci tengono sempre ancorati al punto di partenza, qualunque sia l’autostrada emozionale che abbiamo deciso di percorrere. Non è new-age, non è blues, non è easy-folk, non è ispanic-guitar, non è ambient-music: è una miscela di espressioni e sonorità a sei corde che prendono corpo dalla musica tradizionale della sua terra (ecco che ritornano le “raighes” …) che si mixano con i suoni e melodie mediterranee per approdare, infine, in un collage personalissimo nel quale, comunque, si intravedono le tessiture cromatiche di Leo Kottke, Ry Cooder, Bruce Cockbourn, Tommy Emmanuel ed i nostri Riccardo Zappa e Pietro Nobile. Il fingerstyle ed il progressive-picking giocati nei brani acustici dell’album (il Vol. 2 sarà elettrico) accarezzano le sei corde e poi le pizzicano e percuotono con una maturità musicale tale da non osteggiare lo spazio riservato al virtuosismo (è, comunque, ce n’è tanto …) narcisistico: l’unico regalo che ci resta da ammirare nella vetrina scintillante è quel caleidoscopio fatto di melodia, fantasia e poesia. Ascoltare brani come “Coffee Break” (imperdibile il video girato a Bologna), “If You Are Happy”, “In My Mind”, “Move On”, “Prayer” e “Soul Unter” è come salire sulla giostra dei cavalli colorati con tante luci, suoni e specchi rotanti, dalla quale non si vorrebbe mai scendere per non smettere mai di sognare. Alla fine del girotondo, però, troviamo un cartello con la scritta “vietato calpestare i sogni“. Firmato: Roberto Diana. Microbass

Italy Rock News: Roger Waters porta The Wall in Italia per due date | goldsoundz.it

Roger Waters porta The Wall in Italia per due date | goldsoundz.it.

Band in evidenza : Ladiscordia – Roma

 

Ladiscordia, band romana, nasce 2007 dall’unione di cinque musicisti di estrazione musicale eterogenea: è un progetto accattivante caratterizzato da atmosfere calde ed armoniose e da vasti teatri di suoni acidi e graffianti.Grazie anche all’esperienza live acquisita (Palarockness, Stazione Birra, Locanda Atlantide) lo stile plasmato si rafforza ed acquisisce una spiccata personalità compositiva. Nel Frattempo il vecchio nome “La Maison”, viene sostituito con l’attuale “Ladiscordia” e nel 2012 la band vince il festival musicale nazionale “Anime di carta” organizzato da Emanuela Petroni, come miglior band alternative Rock. Testi pungenti volti a rappresentare una critica costruttiva ad una società sempre più vuota, finta e superficiale.Il loro disco “orizzonti di cartone”, registrato a Roma presso “il piano B” di Roberto Cola uscirà il 10 Novembre.

www.ladiscordia.it

www.facebook.com/ladiscordia.rock

www.myspace.com/ladiscordia

  • Segui assieme ad altri 6.621 follower